Som besökare på Dayviews samtycker du till användandet av s.k. cookies för att förbättra din upplevelse hos oss. Jag förstår, ta bort denna ruta!
Forgotten password?
  • Logga in med
Tekniskt fel pågår. På grund av att en server kraschat är det vissa problem att ladda upp bilder. Flera äldre bilder har även försvunnit till följd av detta, vilket vi beklagar. Vi arbetar för att få igång det så snart som möjligt.
Annons
Sign up!

September 2018

M
T
W
T
F
S
S
 
 
 
 
 
1
2
3
4
5
24
25
26
27
28
29
30
 

October 2018

M
T
W
T
F
S
S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
 
 
 
 

Friday 7 September 2018   photo 6/6

Nightfall-----------------------------------------DOWNLOAD: http://urllio.com/pdraq -----------------------------------------Un cadavere mutilato sembra essere un caso diretto di uccisione di vendetta, ma mentre l'ispettore Lam si avvicina al sospetto ex-principale, si trova di fronte a una rete di bugie. Per raggiungere la verità, Lam deve approfondire i dettagli di un caso di 20 anni di risposte (un caso in cui si trova ad avere una parte incidentale).Non capita spesso di mettere insieme due dei migliori attori di Hong Kong sul grande schermo, quindi l'abbinamento di Nick Cheung e Simon Yam da solo dovrebbe interessarti nel mistero del thriller 'Nightfall'. Purtroppo se stai cercando questo ultimo film di Roy Chow Hin-Yeung per essere grintoso e avvincente come "Beast Stalker" di Dante Lam o "The Stool Pigeon", probabilmente rimarrai deluso - perché entrambi gli attori sono essenzialmente sprecati in un film che è troppo coinvolto nella sua auto-serietà per il suo stesso bene.
Per essere onesti, probabilmente dovremmo aver tenuto le nostre speranze basse, sapendo che Chow sta di nuovo collaborando con il suo debutto alla regia dello sceneggiatore di "Murderer" Christine To. Chiunque abbia visto quest'ultimo film saprà che è stato semplicemente uno dei peggiori film di quell'anno, con un finale esasperante che ha trasformato tutti i suoi atti pesanti in commedie involontarie. Per fortuna, per evitare questo errore questa volta, optando per un mistero molto più diretto che tuttavia richiede ancora una significativa sospensione dell'incredulità da parte del suo pubblico.
Come da formula, il film inizia con due casi di omicidio apparentemente non collegati che si intrecciano sempre di più man mano che la storia avanza. Da un lato è un orribile omicidio commesso venti anni fa da una giovane ragazza di nome Eva (Janice Man), il cui omicida condannato era il suo fidanzato Wang (Nick Cheung). Poco dopo la liberazione di Wang dalla prigione, il padre di Eva - l'acclamato tenore classico Han Tsui (Michael Wong) - viene trovato brutalmente assassinato e scaricato in mare vicino alla sua vasta villa sulle montagne.
Indagare sul caso è il disilluso veterano Lam (Simon Yam), che è ossessionato dai casi di morte precedentemente chiusi per suicidio, convinto che - come la morte di sua moglie cinque anni fa - non siano stati incidenti. Lam vede una connessione tra la morte di Han Tsui e Wang dopo aver riconosciuto una sorprendente somiglianza tra la figlia di Han Zoe (interpretata anche da Man) e Eva. Certo, lo sappiamo dalle scene di Wang che stalking Zoe nella sua residenza, spingendosi fino ad acquistare una capanna di villaggio di fronte a casa di Zoe e usando un telescopio per osservare cosa succede in casa.
Ogni speranza che il film sia all'altezza della promessa del trailer di un intrigante whodunit viene rapidamente tratteggiata quando ci si rende conto che il film ruota solo attorno a questi pochi giocatori così come alla madre angosciata di Eva. Probabilmente capirai subito che non si tratta semplicemente di un crimine di vendetta, anche se Han - come il genitore prepotente - aveva disapprovato la relazione di Wang con Eva in tutti quegli anni. In effetti, ciò che traspare si avvicina a una tragedia greca, resa non meno sottile da un'eccessiva esagerazione e una colonna sonora eccessivamente zelante del compositore giapponese Shigeru Umebayashi.
Colpevole del marchio Aaron Kwok di aver commesso un errore in "Assassino" questo il tempo è Michael Wong, i cui violenti scoppi di fronte a ciò che percepisce come la disobbedienza di sua figlia si stacca da istrionismo e alla fine è artificioso. C'è troppa sottigliezza nella sua performance esagerata, e non abbastanza motivazioni per credere nelle propensioni del suo personaggio. La colpa non è del tutto di Wong, dal momento c

Nightfall-----------------------------------------DOWNLOAD: http://urllio.com/pdraq -----------------------------------------Un cadavere mutilato sembra essere un caso diretto di uccisione di vendetta, ma mentre l'ispettore Lam si avvicina al sospetto ex-principale, si trova di fronte a una rete di bugie. Per raggiungere la verità, Lam deve approfondire i dettagli di un caso di 20 anni di risposte (un caso in cui si trova ad avere una parte incidentale).Non capita spesso di mettere insieme due dei migliori attori di Hong Kong sul grande schermo, quindi l'abbinamento di Nick Cheung e Simon Yam da solo dovrebbe interessarti nel mistero del thriller 'Nightfall'. Purtroppo se stai cercando questo ultimo film di Roy Chow Hin-Yeung per essere grintoso e avvincente come "Beast Stalker" di Dante Lam o "The Stool Pigeon", probabilmente rimarrai deluso - perché entrambi gli attori sono essenzialmente sprecati in un film che è troppo coinvolto nella sua auto-serietà per il suo stesso bene.

Per essere onesti, probabilmente dovremmo aver tenuto le nostre speranze basse, sapendo che Chow sta di nuovo collaborando con il suo debutto alla regia dello sceneggiatore di "Murderer" Christine To. Chiunque abbia visto quest'ultimo film saprà che è stato semplicemente uno dei peggiori film di quell'anno, con un finale esasperante che ha trasformato tutti i suoi atti pesanti in commedie involontarie. Per fortuna, per evitare questo errore questa volta, optando per un mistero molto più diretto che tuttavia richiede ancora una significativa sospensione dell'incredulità da parte del suo pubblico.

Come da formula, il film inizia con due casi di omicidio apparentemente non collegati che si intrecciano sempre di più man mano che la storia avanza. Da un lato è un orribile omicidio commesso venti anni fa da una giovane ragazza di nome Eva (Janice Man), il cui omicida condannato era il suo fidanzato Wang (Nick Cheung). Poco dopo la liberazione di Wang dalla prigione, il padre di Eva - l'acclamato tenore classico Han Tsui (Michael Wong) - viene trovato brutalmente assassinato e scaricato in mare vicino alla sua vasta villa sulle montagne.

Indagare sul caso è il disilluso veterano Lam (Simon Yam), che è ossessionato dai casi di morte precedentemente chiusi per suicidio, convinto che - come la morte di sua moglie cinque anni fa - non siano stati incidenti. Lam vede una connessione tra la morte di Han Tsui e Wang dopo aver riconosciuto una sorprendente somiglianza tra la figlia di Han Zoe (interpretata anche da Man) e Eva. Certo, lo sappiamo dalle scene di Wang che stalking Zoe nella sua residenza, spingendosi fino ad acquistare una capanna di villaggio di fronte a casa di Zoe e usando un telescopio per osservare cosa succede in casa.

Ogni speranza che il film sia all'altezza della promessa del trailer di un intrigante whodunit viene rapidamente tratteggiata quando ci si rende conto che il film ruota solo attorno a questi pochi giocatori così come alla madre angosciata di Eva. Probabilmente capirai subito che non si tratta semplicemente di un crimine di vendetta, anche se Han - come il genitore prepotente - aveva disapprovato la relazione di Wang con Eva in tutti quegli anni. In effetti, ciò che traspare si avvicina a una tragedia greca, resa non meno sottile da un'eccessiva esagerazione e una colonna sonora eccessivamente zelante del compositore giapponese Shigeru Umebayashi.

Colpevole del marchio Aaron Kwok di aver commesso un errore in "Assassino" questo il tempo è Michael Wong, i cui violenti scoppi di fronte a ciò che percepisce come la disobbedienza di sua figlia si stacca da istrionismo e alla fine è artificioso. C'è troppa sottigliezza nella sua performance esagerata, e non abbastanza motivazioni per credere nelle propensioni del suo personaggio. La colpa non è del tutto di Wong, dal momento che il suo personaggio - nonostante sia un attore chiave nello schema delle cose - è disegnato sottilmente.

Lo stesso si può dire di quasi tutti i personaggi del film . Oltre ad essere un doppelganger per Eva, Zoe è stata scelta troppo semplicemente come le mansuete miti che vivono nella paura del temperamento di suo padre. Yam è in ritardo con il ruolo cliché di un veterano di polizia in difficoltà, poiché la sceneggiatura di To non aiuta a elaborare il suo passato traumatico o tenta di collegarlo all'indagine. Probabilmente il ruolo più delicato qui è quello di Cheung, che l'attore ricompensa con un'intensità bruciante che arriva anche con mesi di lavoro - non che il suo personaggio sia particolarmente ben disegnato, ma rispetto al resto, almeno il suo viene fuori dal più arrotondato e È realistico.

Nel film c'è tuttavia troppo poco realismo, in particolare la straordinaria capacità di Wang di sfuggire a un'intera squadra di poliziotti diverse volte e il suo potere eccezionale di infiltrarsi in quella che dovrebbe essere una forte sorveglianza residenza dopo la morte di Han. La maggior parte delle perplessità è il motivo per cui Lam avrebbe affrontato Wang su una funivia Ngong Ping non meno, a parte il fatto che doveva essere sembrato eccitante da guardare. Ad ogni passo, la direzione del pugno di Chow è fin troppo evidente, sforzandosi troppo di enfatizzare la tragedia all'interno della storia e nel processo prosciugando troppo slancio da quello che è in realtà un normale procedimento di polizia.

La sua mediocrità sarebbe stata soddisfacente se non avesse avuto Simon Yam e Nick Cheung come cast principale, entrambi attori degni di materiale molto meno pedone di quello che 'Nightfall' ha da offrire.Certamente, è un deciso passo in avanti dal terribile "assassino", ma non aspettatevi lo stesso tipo di thriller avvincente come "Beast Stalker" o "The Stool Pigeon". E sì, lo sappiamo, questa è la seconda volta che confrontiamo questo film con gli ultimi due, semplicemente perché sebbene abbia lo stesso pedigree, "Nightfall" non è all'altezza, e quello che rimane è un thriller generico e generico che alza appena un impulso.

Annons

Comment the photo

or log in:
 

Directlink:
http://dayviews.com/newpnibe/526632251/